giovedì 27 gennaio 2011

Il costume di Desulo./1

Il primo capo d'abbigliamento che si indossa è la camicia. È fatta con un tessuto bianco compatto, dalla trama fitta, che chiamano 'pelleovo'. Presenta un'arricciatura fittissima sul collo (su ciughittu) e nella manica (su manigottu) sia all'altezza della spalla che sul polsino (su brucciu). L'arricciatura della manica è talmente fitta che l'ampiezza della manica stessa è di circa un metro e mezzo!.
In questa foto si può vedere una camicia da bambina, sulla quale è stato messo un corpino senza maniche.

Anche l'apertura nella parte anteriore è ornata da fitti ricami.
Il ricamo che guarnisce i polsini, il collo e la spalla della camicia è chiamato dalle mie parti 'puntu vanu', ma in Sardegna ha nomi differenti a seconda delle zone. Ad un'occhiata superficiale può ricordare il punto smock dal quale, invece è molto diverso, come si può constatare osservando questi dettagli:

il ricamo del polsino...


...e quello del collo.

Ed ecco altri esempi di puntu vanu in camicie da donna, dove il ricamo è bianco:

...il ricamo di una spalla (attaccatura della manica)...

...quello del collo...

... un altro collo...

...una spalla, nella quale si intravedono, sulla destra, dei fitti ricami realizzati a macchina con grandissima precisione...

...un polsino.

E questo è il primo piano della parte terminale di un polsino, con un curioso pizzo a spirale realizzato ad ago nel bordo. Potete vederlo meglio in questo breve filmato.

video

Ed infine un particolare della decorazione dello spacco della scollatura sul davanti (is pettorrasa):

venerdì 21 gennaio 2011

Il costume di Desulo.

Alcuni giorni fa sono andata a trovare la signora Luisa. È originaria di Desulo, un paese della Barbagia, ai piedi del Gennargentu, ma abita ormai da tanti anni nel mio paese. Su mia richiesta mi ha mostrato il costume tradizionale del suo paese, e di cui lei conserva diversi esemplari, alcuni costituiti da capi molto antichi, risalenti alla fine dell'ottocento ed ancora in perfette condizioni.
In Sardegna ogni paese ha il suo costume tradizionale: spesso due paesi, distanti tra loro solo qualche chilometro, presentano costumi molto diversi. Molte le ragioni di ciò: tra queste, forse, anche il fatto che essendo il territorio dell'isola prevalentemente montuoso, nel passato ciò rendeva difficili le comunicazioni ed i contatti tra paesi anche vicini che, in tal modo, trascorrevano la loro vita e sviluppavano la loro cultura in maniera del tutto autonoma, con scarsi apporti dall'esterno. Ovviamente questa è una mia riflessione basata sulla realtà geografica della mia terra e non so quanto possa essere condivisa dagli esperti in materia.
Tornando al costume di Desulo, devo dire che mi ha sempre colpito per la sua particolarità:  la sua struttura, fatta di tanti pezzi di stoffa dai colori sgargianti assemblati da ricami e nastri cuciti sopra.
Ecco qui una foto del costume indossato da una ragazza:

e questa è una foto della signora Luisa, da bambina, con il costume del suo paese:


La prossima volta parlerò del costume, delle sue parti con i loro nomi, con le foto dei capi e dei ricami in dettaglio.

martedì 11 gennaio 2011

Buon compleanno, mamma!

Oggi era il compleanno di mia madre: 89 anni! l'abbiamo festeggiata con la torta e la tradizionale candelina simbolica: solo una. 89 erano troppe da spegnere :o))!

Ormai ci vede poco ed anche la sua memoria non c'è quasi più. Ma è stata una mamma molto in gamba: ha allevato 5 figli ed in parte anche alcuni nipoti a cui badava quando le madri andavano a lavorare. Sapeva ricamare molto bene: ricordo molti dei nostri vestitini delle feste ricamati da lei, la sera, quando tutti noi eravamo a letto (come lei ci raccontava). È lei che ci ha trasmesso la passione per il ricamo: il mio primo ricordo in proposito risale a quando - forse all'età di 5 o 6 anni - mia madre, per aiutarmi a vincere la noia di una malattia che mi costringeva a letto, mi diede un ago, del filo, un pezzo di tela e mi insegnò il punt'erba :o)!

domenica 9 gennaio 2011

C'era una volta un bambino....

Ultimo lenzuolino per il bimbo che nascerà a breve. Questa volta il soggetto è la storia di Mowgli. I punti sono sempre gli stessi, soprattutto punt'erba e qua e là un po' di punto pieno e punto vapore. Il tutto con filo moulinè.


Mowgli ed il suo amico elefantino...


...la pantera Bagheera....


... e l'orso Baloo...

 
Statistiche gratis